Feeds:
Articoli
Commenti

CRONACA SINDACALE 1

LA CONFEDERAZIONE INTERNAZIONALE DEI SINDACATI INVITA IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE A SOSTENERE L’AUMENTO DEI SALARI

Sono stato accusato di essere fuori dalla realtà in quanto continuo a sostenere la necessità di un amento dei salari e una distribuzione del reddito a favore del lavoro per compensare quella che è andata in questi anni di crisi verso il capitale. La mia posizione è tutt’altro irreale se viene sostenuta dal Presidente della Bce Mario Draghi è da altri autorevoli economisti, inoltre rilevo che anche la Confederazione Internazionale dei sindacati (CSI), si è rivolta, in occasione della recente riunione, all’ONU sostenendo l’esigenza di misure che producano, attraverso un incremento salariale, una nuova distribuzione dei redditi in tutto il mondo.

Continua a leggere »

Annunci

Il sindacato tedesco dei metalmeccanici (IG METAL) tra pochi giorni presenterà la piattaforma per il rinnovo del contratto di lavoro, in cui si chiede un aumento del salario del 6%. I datori di lavoro, dopo anni di restrizioni salariali, si attendevano una richiesta di questo genere, ma ciò che maggiormente li ha stupiti e preoccupati è la riapertura della questione degli orari.  Il leader dell’IG Metal Jörg Hofmann ha recentemente affermato che il rinnovo del contratto oltre alle normali questioni salariali e normative, intende spingere verso significative riduzioni dell’orario di lavoro.

Continua a leggere »

Come molti, sono inquietato nel vedere il ripetersi di potenti catastrofi naturali e mi sento vicino vicino al dramma delle persone colpite dal terremoto in Messico e dell’uragano “Irma” nei Caraibi e per quello che si prevede a Miani negli USA.

Continua a leggere »

Articolo Pubblicato su : IL DUBBIO” 1 Settembre 2017

COME SONO CADUTE LE BARRIERE CHE ARGINAVANO L’INTOLLERANZA

L’odio è un sentimento che da sempre appartiene alla dimensione umana. La consapevolezza che non tutti i sentimenti umani tendono al positivo non ci esime dal verificare come questi vengono declinati nella realtà in cui viviamo. Anche su questo terreno ci troviamo a fare i conti con profondi cambiamenti e in particolare sono venute meno quelle forme di controllo e di orientamento morale che trattenevano l’insofferenza e la trasformazione del rancore e del risentimento in odio. Un tempo l’odio era bandito o per lo meno tenuto nascosto, oggi lo si può manifestare liberamente

Viene indirizzato verso i politici che sono indicati come tutti corrotti e inadeguati, i sindacati come incapaci di tutelare il lavoro  e poi in modo sempre più esteso verso gli immigrati accusati di rubarci la casa, il lavoro e di occupare i nostri spazi vitali e sociali.

Si odiamo gli altri, i diversi  per cultura , aspetto e stili di vita: l’odio e la sua figlia primogenita l’intolleranza si riversa sulle donne ( cosa vogliono ancora?); sugli ebrei ( basta con questa storia del genocidio) ; sui Rom e i nomadi ( tutti ladri e irregolari ); sugli omosessuali ( ma che non si facciano vedere ) e ora , sull’onda dell’immigrazione, verso gli islamici che dovrebbero andarsene anche se vivono in Italia da molto tempo e parlano la nostra lingua ( il terrorismo non è forse islamico?)

Continua a leggere »

Il caldo rovente di quest’estate sembra stia dando alla testa o forse libera molte persone dai freni inibitori e ci consente di conoscere ciò che si agita nella mente di diversi italiani.

Continua a leggere »

Questa mattina, durante il consueto sfoglio dei quotidiani, sono stato attratto dalla prima pagina del “Sole 24 ore”, ove troneggiava un titolo che mi ha posto una serie di interrogativi: “Lavoro e pensioni, rischio giovani”.

Continua a leggere »

Le innovazioni tecnologiche hanno sempre generato timori. Dai luddisti d’inizio Ottocento a oggi, ogni mutamento dell’organizzazione del lavoro e l’immissione nei processi produttivi di nuove tecnologie ha sempre generato paure e profonde perplessità. La storia del lavoro e delle professioni è sempre costellata da allarmismi riguardanti il rischio di una disoccupazione di massa, il declino del mestiere e delle professionalità acquisite generata dall’automazione .

Continua a leggere »